Oktoberfest e Monaco di Baviera 26 settembre 2015 – Gita Sociale

logoProgramma

  • ore 0.30 di sabato: partenza da Piazza Tiepolo a Zianigo
  • ore 8.45 circa: arrivo a Monaco in zona oktoberfest
  • Giornata a disposizione in libertà
  • ore 24.00: ripartenza da Monaco
  • ore 8.30 circa (di domenica 27): arrivo a Zianigo

Anche quest’anno Associazione GPS organizza per i propri soci la gita sociale a Monaco di Baviera durante l’ OKTOBERFEST: l’evento più famoso ospitato in città, nonchè la più grande fiera del mondo, arrivato a quasi 7 milioni di visitatori ed un consumo di 7,5 milioni di boccali di birra! L’opportunità è anche quella di visitare una delle città più importanti d’Europa, ricca di monumenti e pezzi di storia antica e moderna, per non parlare dei pezzi d’arte che spaziano da Monet, a Dalì, a Picasso ad Andy Wharol!

Quota di partecipazione

per i soci: € 50

La quota comprende: il viaggio A/R in pullman GT, il cappello tradizionale bavarese, la mappa e la guida base per visitare Monaco e l’Oktoberfest.

È ancora possibile iscriversi o rinnovare la propria iscrizione ad Associazione GPS!
La quota sociale 2015 è di 5 euro. Info sul tesseramento alla pagina tesseramento

ISCRIZIONI APERTE

FINO A ESAURIMENTO POSTI (max 54) Telefonando al numero 340 9032825 dalle ore 14 alle 15.

AVVERTENZE: per il viaggio è necessario essere muniti di tessera sanitaria e carta d’identità in corso di validità. L’orario di rientro da Monaco è tassativo, chi non si presentasse al bus dovrà provvedere autonomamente al ritorno, senza diritto al rimborso. Per evidenti motivi, l’organizzazione inoltre non può sorvegliare nè accettare minorenni.

Monaco e l’Oktoberfest

Monaco: prima tappa obbligatoria sono sempre i Theresienweise, i prati dell’enorme piazza che tra settembre ed ottobre si riempie con i capannoni delle birrerie cittadine, le uniche ammesse alla manifestazione, sotto la grande statua che personifica la Baviera. Ma anche il centro di Monaco ha i suoi tesori: le piazze ed i giardini in un’atmosfera dal sapore moderno e mittleuropeo ti fanno sentire un cittadino del mondo (il grande giardino dell’Englischer Garden è l’equivalente europeo del newyorkese Central Park, ma addirittura più esteso) e l’avanzata tecnologia che traspare da strutture come quelle della sede centrale e del museo BMW non sembra avere nessun contrasto con i grandiosi pezzi di storia europea e di tradizione incastonati nella città.
Storia che traspare anche dall’indiscussa birreria numero uno del mondo che è la HofBrauhaus dove è ancora usata l’antica sala da ballo dove, tra l’altro, Hitler diede avvio al suo partito nazionalsocialista. Non mancano -assolutamente- le pagine d’arte, tra piazze, chiese e cattedrali gotiche, fino alle incredibili raccolte dei musei della “kunstareal“, il quartiere interamente dedicato alla cultura (kunstareal significa letteralmente area dell’arte), che da pochi anni (2009) ha raddoppiato la sua offerta con due nuovi musei di arte moderna ed in cui si possono apprezzare capolavori di artisti del calibro di Monet, Kandisky, Dalì, De Chirico, Picasso, fino ad Andy Wharol.
Non abbiamo dubbi sul fatto che ancora molto ci aspetti da scoprire!

Leggi anche come è andata l’anno scorso!

L’incontro di giovedì 15 scorso con i genitori della Scuola Alfieri

Relativamente all’incontro di giovedì sera, ed all’articolo apparso sull’edizione di ieri de “Il Gazzettino”, desideriamo specificare quanto segue:

pleasepointingAssociazione GPS è un ente che testimonia l’impegno dei giovani nel migliorare i servizi e le opportunità disponibili sul territorio. Obiettivo principale dell’Associazione è quello di rispondere alle esigenze che il territorio esprime, da momenti ricreativi alla promozione culturale. La definizione di associazione GPS come a carattere meramente “ludico” è riduttiva e smentita dai fatti: a fronte di alcuni eventi puramente ricreativi, Associazione GPS si è fatta promotrice di eventi di alto valore morale e culturale, come l’incontro-testimonianza “Be a Hero” sul valore della donazione del sangue e degli organi tenuto con AVIS e AIDO, la promozione culturale delle band musicali emergenti del territorio con “Zianigo Music Contest”, la partecipazione attiva alla consulta Attività Culturali e Scolastiche di Mirano dove siamo stati in prima linea nell’organizzazione della “Festa della Cultura” in piazza Martiri, per arrivare alla formazione vera e propria con il Corso di Scrittura Creativa in atto in questi giorni, che offre conoscenze e tecniche di scrittura semplicemente ignorate dai programmi scolastici italiani (non così in America ed in molti altri stati europei).

Il progetto aula studio risponde ad un’esigenza forte di spazi per lo studio che è stata manifestata dagli studenti del miranese, situazione che balza agli occhi visitando la Biblioteca Comunale di Mirano ed è salita pure agli onori della cronaca circa un anno fa, con la preoccupazione generale degli studenti miranesi per l’ipotesi di restringere gli orari di apertura della biblioteca stessa.

Lavoriamo sul progetto da oltre un anno con l’Amministrazione Comunale, proprio al fine di scongiurare ogni minimo rischio di disturbare l’attività didattica, riducendo la concessione agli orari non scolastici, prevedendo la vigilanza e la regolamentazione degli accessi, e comunque garantendo la pulizia e l’igenizzazione quotidiana di tutti i luoghi impiegati. Intendiamo rassicurare tutti riguardo i bagni, inclusi sicuramente nei luoghi che saranno igienizzati ogni sera, e delle cui chiavi in ogni caso al momento non siamo in possesso.

Siamo prontissimi a formalizzare in modo ancora più esplicito questi impegni, nei punti ove la convenzione in atto non convincesse, anche riformulandola e risolvendo i nodi prima che il progetto prenda il via. Allo stesso modo siamo disponibili a proseguire il proficuo dialogo che è iniziato con l’incontro di ieri sera, dopo il termine del quale tra l’altro la massima parte dei genitori intervenuti ci ha manifestato la propria comprensione dell’utilità del progetto ed il proprio sostegno all’iniziativa, sostegno di cui siamo grati.

Pedavena: credits

IMG_20130317_153724

Domenica scorsa siamo stati alla Birreria Pedavena

Vogliamo ringraziare tutti i ragazzi che sono stati con noi per il viaggio, le barzellette, il bel pranzo insieme, la compagnia; ringraziamo chi da casa ci ha sostenuto: il Panificio Caravello Adriano di Zianigo, la Macelleria Favaro Monica & Marcello di Zianigo, il Crazy Pizza Team di Scaltenigo, e Vedovato Renzo snc, i quali hanno contribuito offrendoci il rinfresco di metà mattinata.

Vogliamo ringraziare il mastro birraio che ci ha permesso di vivere davvero la Fabbrica di Pedavena, che non ci ha presentat solo “tecnicamente”, come uno stabilimento industriale qualsiasi, ma ci ha presentato come luogo in cui si intrecciano le passioni, le competenze e l’impegno di tante persone.

La storia della Fabbrica di Pedavena ci insegna che niente è mai davvero perduto, che quando le persone hanno voglia di mettersi in gioco ancora, di rimboccarsi le maniche e di tracciare da sé il proprio sentiero, non ci sono potenze, multinazionali e poteri economici che tengano.

Grazie a tutti!